Pantalica, uno dei siti più suggestivi della Sicilia

Chiunque abbia avuto la fortuna di visitare questo luogo unico sul territorio siciliano racconta la suggestione provata al suo arrivo, al primo sguardo complessivo. Qui tante piccole grotte che sembrano porte interrompono il grigio della dura roccia, dando quasi l’impressione di piccole finestre sul mondo.

È questo fascino ad attrarre a Pantalica ogni anno migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.

L’origine di Pantalica sembrerebbe molto antica. Di quest’antica civiltà sorta, si pensa, dopo una concessione del re Hyblon ai megaresi si sa davvero poco, se non che l’insediamento, molto probabilmente, fu realizzato da popoli che dalle coste si erano spostati per scopi difensivi nell’entroterra siciliano. Pantalica rappresentava, infatti, un luogo sicuro, grazie alla sua inaccessibilità, e prospero, grazie alla presenza dell’Anapo, prima fonte di attrazione per i suoi abitanti.

Oltre alle tombe a grotticella, a Pantalica è possibile ammirare i resti dell’antica acropoli e del palazzo del principe, circondato da abitazioni più semplici ed edifici di culto. In alcuni di essi sono ancora visibili deboli tracce di affreschi e iscrizioni murarie.

Un altro antico villaggio, risalente però all’età bizantina, si trova nel bosco di Giarranauti, dove sono stati ritrovati resti di concerie e macine scavate nella roccia a dimostrazione del fatto che l’artigianato rappresentava una delle principali attività della zona.

Pantalica è la meta ideale anche per chi ama una vacanza a contatto con la natura. La Valle dell’Anapo, infatti, offre agli occhi dei visitatori scenari suggestivi e itinerari da percorrere a piedi, a cavallo o in mountain bike per fare del viaggio un’esperienza a 360°, proprio come recita la filosofia del nostro agriturismo Pantalica Ranch.

Leave a Reply

Your email address will not be published.